Tracciabilità, marketing e sicurezza: arriva il film digitalizzato

È stata anticipata al Cibustec, il “Salone delle tecnologie alimentari”, un’innovazione tecnologica digitale sugli imballaggi flessibili presentata da Bioplast, Sada Packaging e Cellografica Gerosa, e subito apprezzata dalla nuova generazione di consumatori, i cosiddetti prosumer, utenti sempre più attenti alle dinamiche che portano alla realizzazione dei prodotti che si vogliono acquistare. Il noto evento, che nel corso dell’ultima edizione ha visto l’affluenza di circa 35mila operatori, di cui il 40% provenienti dall’estero, è stata una vetrina importante per annunciare quello che sarà, nei prossimi mesi, il prodotto di punta della gamma Bioplast.

stealthcodeIn pratica, un team di ingegneri chimici ed informatici, hanno realizzato ciò che era un’esigenza di mercato, sia da parte del consumatore che delle imprese produttrici. Un nuovo modo di comunicare, di informarsi e tracciare il prodotto attraverso la “digitalizzazione” del film usato per proteggerlo. Il nuovo progetto prende il nome di StealthCode, letteralmente codice mimetizzato, nascosto all’occhio umano tra la grafica del packaging, e permette di inserire tante informazioni aggiuntive. Infatti, restano sul packaging tutte quelle obbligatorie per legge e utili al produttore ad identificarlo graficamente ma, per chi volesse, attraverso la scansione del packaging con la fotocamera del proprio smartphone attivata dall’app StealthCode, l’utente sarà indirizzato ad una landing page del brand owner. Tutto questo permetterà ai marketing manager di profilare sempre più, analizzare i consumatori, e migliorare anche i prodotti vista la possibilità di scambio immediata di informazioni e suggerimenti che si avrà con il consumatore. Ciò senza l’aggiunta di nessun tipo di vernice e/o inchiostro, e si potranno sostituire anche gli antiestetici e duplicabili codici a barre per la felicità degli uffici marketing che potranno godere di superfici più ampie sulle confezioni per i messaggi al cliente e gli elementi grafici, e per la sicurezza di consumatori e produttori, essendo lo StealthCode la tecnologia meno invasiva e più sicura per la promozione, comunicazione e tracciabilità dei prodotti. «È una tecnologia che molti vantaggi e la trovo molto importante per l’interazione della comunicazione attraverso il packaging fra brand owner, consumatore e GDO» afferma Marco Gambardella della Bioplast.