News

Studenti dell’ErasmusPlus in visita per scoprire le bioplastiche

Un gruppo di oltre 45 studenti europei del programma Erasmus plus ha visitato la nostra azienda dedicando l’attenzione alle modalità di realizzazione e stampa di packaging ecosostenibile.
I giovani, attraverso il programma “Green energy link for YOUrope” dell’Erasmus+, e coordinati dal Liceo scientifico “Rescigno” di Roccapiemonte guidato dalla dirigente Cinzia Lucia Guida, sono arrivati in Italia lo scorso martedì da Germania, Francia e Danimarca. 9 studenti dal “Droste Hülshoff Gymnasium” di Berlino accompagnati dagli insegnanti  Maxime Lejenne e Andras Schwerdtfeger. Dal “Himmelev gymnasium” di Roskilde (Danimarca) sono giunti 8 studenti accompagnati dai professori Rune Gurbers e Marie Prestholm. Ed infine 9 francesi dal Lycée de Beauregard  di Montbrison insieme agli insegnanti Stephane Cornet e Pierre Thioliere. Oltre ai circa 20 studenti del Liceo “Rescigno” di Roccapiemonte accompagnati dalle insegnanti Paola Cataldo e Filomena Santaniello.
Il programma di interscambio culturale prevedeva un confronto in lingua inglese e diverse attività didattiche presso il Liceo di Roccapiemonte. Tra le diverse attività didattiche, culturali e sociali hanno trascorso l’intero pomeriggio di venerdì presso il nostro stabilimento per scoprire da vicino il processo di estrusione, di accoppiamento dei film e di stampa dedicato principalmente a pellicole biodegradabili e compostabili.
I giovani, accolti da Susy Gambardella, Cfo di Bioplast, hanno avuto modo di visitare gli impianti produttivi dopo un breve meeting formativo svolto da Ilaria Apicella sul ciclo di trasformazione e produzione delle materie prime e le avanzate tecnologie di stampa presente nell’azienda guidata da Gerardo Gambardella.

Questo mese su FOOD

Sulla rivista FOOD di febbraio abbiamo parlato della nostra azienda e dell’innovazione dei nostri prodotti grazie ai quali riusciamo a soddisfare i clienti più esigenti e ad essere amici del Pianeta.

 

 


RTL 102.5, a “Non Stop News” l’intervista di Susy Gambardella

«Portare la testimonianza della nostra azienda in una radio come RTL102.5 è davvero una grande soddisfazione per il lavoro di tutta la nostra squadra». Così Susy Gambardella a margine dell’intervista rilasciata ai microfoni di Non Stop News, il programma di approfondimento giornalistico in onda tutte le mattine dalle 6 alle 9 su RTL 102.5.

La Cfo di Bioplast ha raccontato l’esperienza imprenditoriale e manageriale, e come si coniuga l’attività lavorativa con le esigenze della famiglia. Ma soprattutto ha spiegato agli italiani quanto lavoro c’è per realizzare una pellicola da imballaggio, in particolare modo per il settore alimentare.

 

Dal Brasile un premio alla qualità Bioplast

Multi-Color Italia, Carta Stampa e Bioplast vincono, rispettivamente, oro, argento e bronzo al 25° concorso dell’associazione tecnica brasiliana per la stampa flexo (AbFlexo Brasil).
Si conferma così la preminenza degli stampatori italiani a livello internazionale, che si distinguono per expertise (i concorsi delle associazioni del circuito FTA valutano la qualità dei lavori candidati, ndr). Ufficializzata a fine ottobre 2017, la classifica dei vincitori è stata divulgata al rientro delle feste di fine anno presso la sede di Assografici e Atif dove Sante Conselvan, in veste di presidente FTA Europe, ha celebrato i vincitori in presenza della stampa di settore e ha letto il comunicato scritto dal presidente della federazione brasiliana, Sergio Vai.

«Il concorso brasiliano – ha spiegato Conselvan per l’occasione – ha dato vita a un’edizione internazionale e ha chiesto a FTA Europe di candidare dei lavori eccellenti della nostra parte del mondo. La vittoria degli italiani, che dominano la classifica, ci riempie di orgoglio confermando il ruolo preminente della nostra industria nel mondo».

Premiato, indirettamente, anche l’impegno di stimolo alla collaborazione svolto su scala globale da FTA Europe che negli ultimi anni ha consolidato il network europeo e allacciato rapporti importanti con le federazioni degli altri continenti. Quelli con il grande paese latino-americano ereditano una storia di “amicizia” tecnica e commerciale, che si radica nei flussi migratori di inizio Novecento e vede degli italiani addirittura fra i fondatori di ABFlexo-FTA Brasile.

 

Nella foto, da sinistra, Marco Gambardella di Bioplast, Roberto e Michela Corbetta di Carta Stampa, il presidente di FTA Europe Sante Conselvan e Andrea Murello di Multi-Color.

 

da convertingmagazine.it

Bando prevenzione Conai premia un nuovo pack sostenibile di Bioplast

La Bioplast di Fisciano tra i vincitori dell’edizione 2017 del Bando Prevenzione Conai

La Bioplast di Fisciano riceve l’importante riconoscimento dal Bando Conai che vede valorizzare la ricerca industriale dell’azienda campana. 146 progetti presentati, 86 casi vincitori provenienti da 64 aziende da tutta Italia e 7 premi speciali assegnati. Questi, in sintesi, i numeri della quarta edizione del “Bando Conai per la prevenzione – Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi”, comunicati lo scorso mercoledì nell’ambito del convegno promosso da “L’Economia” di Corriere della Sera alla Triennale di Milano. Il bando è promosso da Conai Consorzio Nazionale Imballaggi, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, e ha premiato le soluzioni di packaging più innovative ed ecosostenibili immesse sul mercato nel biennio 2015-2016.

Gli 86 casi premiati hanno conseguito una effettiva riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi quantificabile nel contenimento del 22% delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera, nella diminuzione dei consumi di energia del 21%, e nel risparmio di acqua del 25%.

La Bioplast di Fisciano ha ottenuto il premio grazie al miglioramento di un pack già reso biodegradabile. L’azienda, guidata da Gerardo Gambardella, ha presentato il caso dell’imballaggio prodotto per “Pasta Pezzullo”. Un involucro realizzato in carta e Pla diminuito del 21% del peso specifico rispetto alla versione precedente, migliorando non solo la sostenibilità ambientale ma anche le performance.  “È la dimostrazione che siamo sulla strada giusta – fa sapere il direttore commerciale della Bioplast, Marco Gambardella, a margine dell’evento – la nostra costante promozione di soluzioni con pellicole da imballaggio riciclabili e compostabili che facciamo nei confronti dei produttori vede grandi risultati sia in termini di valore ambientale ma anche in termini di risultati operativi e ciò rende possibile reinvestire circa il 20% del margine operativo in nuovi investimenti e vedere aumentare le risorse umani del 30% in due anni”

I premiati rappresentano le filiere di tutti e sei i materiali di imballaggio – acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro. Allo stesso modo, sono numerosi i settori merceologici coinvolti, che spaziano dalla produzione di packaging ad uso alimentare ai prodotti per la cura della persona e la detergenza, fino a imballaggi ad uso industriale. Al bando potevano partecipare tutte le aziende consorziate che hanno rivisto il proprio packaging in ottica di innovazione e sostenibilità ambientale, agendo su almeno una delle seguenti leve: riutilizzo, risparmio di materia prima, ottimizzazione della logistica, facilitazione delle attività di riciclo, utilizzo di materie provenienti da riciclo, semplificazione del sistema imballo e ottimizzazione dei processi produttivi. I casi ammessi rappresentano la concreta attuazione di 177 diverse azioni di prevenzione: la più frequente è il risparmio di materia prima (49% dei casi), seguita a distanza dall’ottimizzazione della logistica. La maggioranza degli interventi (63%) riguarda l’imballaggio primario, mentre il restante 37% delle azioni ha agito sugli imballaggi secondari e terziari, ovvero quelli utilizzati rispettivamente per lo stoccaggio e per il trasporto dei prodotti.

La graduatoria dei casi vincitori è stata inoltre validata da un ente terzo di certificazione. “Il Bando Prevenzione Conai è giunto alla sua quarta edizione e ha registrato numeri in aumento sia in termini di candidature (+22%) sia in termini di progetti premiati (+16%)” ha dichiarato il presidente di Conai Giorgio Quagliuolo, che ha aggiunto. “E’ anche grazie alla prevenzione e all’impegno delle imprese che l’economia circolare può continuare a svilupparsi, riducendo l’impatto ambientale degli imballaggi e favorendone la selezionabilità e la riciclabilità a fine vita”.

Pmi Day 2017, uno speciale dibattito sulla contraffazione dei brand

Bioplast ha ospitato, questa mattina, l’Istituto “Focaccia” di Salerno nell’ambito dell’ottava Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese, promossa dalla Piccola Industria di Confindustria finalizzata ad accrescere la consapevolezza sulla forza e sul ruolo delle PMI, vero motore di sviluppo economico e sociale del Paese.

«Anche quest’anno abbiamo avuto il piacere di ospitare gli studenti salernitani per il Pmi Day – dice Gerardo Gambardella, numero uno della Bioplast – dedicando un particolare focus sulla “lotta alla contraffazione” grazie alla partecipazione del giornalista Salvatore De Napoli che ha rappresentato la filiera dell’illecito dall’ideatore, ai diversi produttori, passando per i distributori sino ai consumatori finali».

La Giornata è cominciata con la presentazione aziendale curata da Susy Gambardella, responsabile finanziaria e amministrativa Bioplast, per poi visionare gli spot dell’Uibm del Ministero dello Sviluppo Economico per il contrasto alla contraffazione. Un’ora di dibattito è stata dedicata a sviscerare le modalità di contraffazione e la filiera dell’illecito commerciale dai “pomodori San Marzano” falsi sino ai tabacchi, al fenomeno dell’italian sounding, all’abbigliamento griffato.

 

Salvatore De Napoli, giornalista

«Con gli studenti si è convenuto che il “corretto” non solo è giusto ma è conveniente – evidenzia Salvatore De Napoli – come è emerso dalla discussione è necessario un cambio di cultura per evitare quella filosofia imperante del disinteresse per le sorti della propria comunità procurato dal centralismo del proprio “io”». «Insomma meno io e più noi» conclude De Napoli.

«E’ tema importante di cui parlare con le nuove generazioni spiega Gerardo Gambardella, Presidente del Comitato Piccola Industria di Confindustria Salerno –  in Italia, il fatturato del falso è quantificato in circa 7 miliardi di Euro, un dato impressionante che evidenzia come la contraffazione rappresenti a tutti gli effetti un settore economico parallelo a quelli ufficiali con implicazioni ad alti costi sul sistema economico nel suo complesso, sulla competitività del Made in Italy, sulla sicurezza e l’ordine pubblico, sul mercato del lavoro, sul gettito erariale e sulle finanze statali, sulle capacità dell’Italia di attrarre investimenti, soprattutto nei settori più innovativi sulla cultura e sulla legalità in generale». «Siamo convinti – prosegue Gambardella – che occorre diffondere una cultura della legalità fin dalle scuole affinchè generino individui consapevoli e capaci di contrastare tutte le forme di criminalità».

BestinFlexo 2017, l’innovazione di prodotto premia

L’importante riconoscimento dell’Atif, Associazione Tecnica Italiana Flessografia, è stato assegnato anche quest’anno alla Bioplast per l’uso creativo della stampa flessografica grazie al packaging “Granfette 450gr” di Buitoni. Il premio è stato consegnato nel corso della cerimonia ufficiale tenutasi a Bologna lo scorso 15 novembre.

«E’ la dimostrazione che gli investimenti e il corretto funzionamento del nostro ciclo produttivo, dalla ricerca al controllo qualità, dalla pre-stampa sino alla logistica passando per la produzione, funziona bene e migliora giorno dopo giorno» afferma soddisfatto Marco Gambardella, direttore commerciale dell’azienda campana. «Questo premio evidenzia che il percorso verso il packaging interattivo interessa a tutta la comunità» conclude Gambardella.

 

Confezione per pasta secca interamente biodegradabile e compostabile

L’involucro per la pasta riciclabile e biodegradabile, ma non solo. Per “pasta Pezzullo” abbiamo realizzato e migliorato diverse caratteristiche al fine di rendere maggiormente ecosostenibile il packaging del brand del gruppo Newlat.
Un pack duplex, risultato di un accoppiato ad acqua con carta riciclata e film biodegradabile e compostabile. Un involucro sicuro, resistente e ad valore ambientale.
Ma l’innovazione Bioplast continua. Nell’ultimo processo di miglioramento siamo riusciti a diminuire del 30% il peso specifico della pellicola di confezionamento. Ciò rende maggiormente ecosostenibile l’involucro grazie alla riduzione di emissioni di anidride carbonica in atmosfera, minor consumo di carta, di materie plastiche e processi produttivi diminuiti.

Bioplast veste la Mozzarella bio di Vallelata

Un packaging accattivante e molto seduttivo, quello realizzato da Bioplast per la nuova linea interamente biologica Vallelata con Mozzarella 125 gr e stracchino. Il noto brand di Laclatis Italia, è on air, in queste settimane, con un programmazione advertising digital e tv.
«Il packaging ideale deve attrarre il consumatore al primo impatto nel mentre guarda decine di prodotti su uno scaffale o nel banco frigo – fa sapere Marco Gambardella, direttore commerciale della Bioplast – e noi siamo fieri di contribuire ad innovare e completare l’offerta dei nostri clienti». Un involucro per latticini con l’applicazione di vernice “effetto carta” sulla maggior parte della pellicola ed “effetto lucido” sul logo Vallelata e sull’immagina della mozzarella.

Api 2017, Bioplast sostiene la ricerca della “Packaging Technology”

Bioplast sostiene il “II Congresso Internazionale” sui progressi dell’industria del packaging, Api2007. L’evento si terrà presso il Conference Center della Fondazione Cariplo a Milano, il prossimo 26 e 27 ottobre.

L’Api 2017 rappresenta un unicum del settore, grazie alla partecipazione di esperti e docenti universitari che discuteranno di una vasta gamma di argomenti rilevanti per le innovazioni e le sfide future della “packaging technology”.

Il forum è organizzato da Giflex in collaborazione con le facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi Federico II di Napoli e dell’Università di Salerno.

 

L’azienda campana è da sempre impegnata a promuovere a 360˚ l’innovazione sostenibile e ambientale e questi eventi sono per noi un momento di grande confronto e occasione di dibattito per cambiare il mondo con le bioplastiche. Ecco il link al convegno scientifico.