Condividere i bisogni per condividere il senso della vita

I Giovani Imprenditori di Confidustria Salerno hanno aiutato i volontari del Banco nella preparazione dei pacchi alimentari. Il presidente Gambardella: “Solidarietà e rispetto dell’ambiente sono le parole d’ordine per il nostro Cinquantesimo Anniversario”.

Una delegazione del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Salerno ha aiutato i volontari del Banco Alimentare Campania nella preparazione di pacchi alimentari destinati ai detenuti poveri. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra Comune di Salerno, Curia Arcivescovile, Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Salerno e Banco Alimentare Campania ONLUS. Grazie a questa partnership, 150 detenuti indigenti del carcere di Fuorni hanno ricevuto un aiuto concreto per superare le conseguenze economiche della pandemia.

Il Banco Alimentare Campania Onlus è l’unica organizzazione in Regione appartenente alla Rete Banco Alimentare Nazionale. Ogni giorno, i volontari dell’organizzazione recuperano prodotti alimentari integri e non scaduti destinati alla distruzione perché non più commercializzabili (a causa di eccedenze di produzione, rotture delle confezioni, stagionalità, errori di confezionamento, fine promozione) e li ridistribuiscono ad una rete di strutture accreditate. In questo modo, il Banco assiste ogni mese più di 152.000 persone indigenti, recuperando e donando loro gratuitamente 7.005.888 kg di alimenti per un valore commerciale di 15.962.221 euro.

I Giovani Imprenditori si sono rimboccati le maniche per preparare pacchi alimentari destinati ai detenuti del carcere di Fuorni. Sotto l’occhio attento dei volontari del Banco Alimentare – e nel rispetto delle disposizioni sanitarie imposte dall’emergenza Coronavirus – Gambardella e i suoi hanno inscatolato pasta, legumi, zucchero, caffè e altri generi alimentari di prima necessità. I pacchi sono stati poi consegnati ai detenuti poveri del carcere di Fuorni il 10 Febbraio 2021 alla presenza del Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, della Direttrice della casa circondariale Rita Romano e del Direttore del Banco Alimentare Campania Onlus Roberto Tuorto. Proprio quest’ultimo ha sottolineato il valore simbolico dell’iniziativa: «E’ stata una giornata all’insegna della solidarietà, della lotta agli sprechi e della collaborazione. La nostra organizzazione è al fianco delle imprese e delle aziende del territorio: mi auguro che questo possa essere l’inizio di una bella collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Salerno».

L’iniziativa solidale è stata fortemente voluta dal Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confidustria Salerno Marco Gambardella: «Solidarietà e rispetto dell’ambiente sono le parole d’ordine che abbiamo scelto per celebrare il Cinquantesimo Anniversario del nostro Gruppo. Il Banco Alimentare Campania Onlus è un’eccellenza del nostro territorio: recuperare il cibo non più commercializzabile significa aiutare le persone in difficoltà ma anche ridurre gli sprechi, abbattere l’inquinamento e promuovere i principi l’economia circolare. Lo slogan del gruppo Giovani Imprenditori è “Uniti per Crescere”: sono certo che la giornata di oggi sia stata un’occasione di crescita per tutti noi».