footer news

Elite, Bioplast entra nell’Olimpo delle imprese

Bioplast entra a far parte del prestigioso programma ELITE di Borsa Italiana. Un percorso, quello avviato dall’azienda campana, che punta a creare valore aggiunto nel processo di internazionalizzazione. Il programma Elite è dedicato alle imprese ad alto potenziale di crescita. Ad oggi conta una community di 500 aziende con l’obiettivo di supportarle nel proprio progetto di crescita attraverso un progressivo cambiamento culturale.

Abbiamo fortemente voluto aderire ad Elite perché puntiamo ad uno stile imprenditoriale sempre più ambizioso che ci possa consentire di accelerare i nostri progetti per internazionalizzare il business e cogliere le opportunità di finanziamento attraverso l’accesso a capitali globali.

Al meeting di ingresso e certificazione tenutosi a Palazzo Mezzanotte (sede della Borsa Italiana) hanno partecipato Susy e Marco Gambardella. «Abbiamo avuto un forte interesse della platea al nostro progetto aziendale riscontrato da una valutazione quasi eccellente» fa sapere Susy Gambardella, finance manager di Bioplast. «Elite è una possibilità di sviluppo della nostra azione di business – afferma Marco Gambardella, senior account manager della azienda salernitana – e ci crediamo molto».

Bioplast, negli ultimi anni, ha avviato sta portando avanti un progetto di sviluppo ambizioso e i risultati si cominciano a toccare con me. Garantire un partner affidabile per i propri clienti è nell’etica di Bioplast. Le certificazioni di qualità, i premi internazionali che ricevono i prodotti, e l’Elite Accreditation dimostrano, ora più che mai, che questa azienda è un’eccellenza del settore.

WorldStar Award Ceremony, andiamo a ritirare il premio!

Con immensa soddisfazione andiamo a Düsseldorf per ritirare il premio assegnatoci dalla WPO per la migliore qualità di stampa e per la sostenibilità ambientale del top film “apri e chiudi”. Ritirerà il premio, alla cerimonia all’Interpack in Germania, il nostro ceo e founder Gerardo Gambardella. E’ per noi un motivo di grande orgoglio perché sappiamo che non solo i nostri clienti sono soddisfatti per il lavoro che quotidianamente facciamo ma anche perché l’Organizzazione mondiale per il Packaging ha valutato positivamente la nostra innovazione di prodotto.

Un grazie va a tutta la squadra Bioplast!

Nuovi film Opa e Pet free

La ricerca di nuovi prodotti ecofrendly non si ferma mai. Bioplast ha aggiunto alla gamma prodotti per la pasta fresca pellicole “Opa free” e “Pet free”. Lo sviluppo e l’applicazione di queste materie prime rendono l’incarto riciclabile al 100% e ne migliorano le caratteristiche per lo stress del ciclo termico, che devono subire, garantendo una elevata barriera all’ossigeno, al vapore acqueo e alla resistenza alla punturazione.

In pratica, abbiamo rimosso dal film per la pasta fresca il poliammide e il poliestere perché sono materiali che non rendono riciclabile l’incarto.

Oggi, molti produttori di pasta abbracciano la filosofia della sostenibilità ambientale. Ne siamo felici perchè, a nostro avviso, aiuterà le generazioni future ad avere un pianeta migliore e, al tempo stesso, ha dei vantaggi economici per le imprese.

 

Per maggiori informazioni sui prodotti rivolgiti ai nostri consulenti

Wpo: Bioplast è WorldStar 2017

Dopo l’Oscar dell’Imballaggio 2016 ricevuto dal Conai, il progetto “SmileLite” sale sul podio nel settore food conquistando il “WorldStar winner 2017”.

Il premio sarà consegnato il prossimo 4 maggio a Düsseldorf dall’Organizzazione Mondiale del Packaging, organizzatore del WorldStar Awards che, dal 1970 valuta I migliori packaging prodotti nel mondo.ù
Ma dov’è l’innovazione in questo incarto? Smile Lite è top film pelabile e richiudibile al tempo stesso sino a 200 volte, garantendo un’avanzata shelf-life del prodotto e riducendo il consumo della plastica. È realizzato in monomateriale al 100% riciclabile nella plastic. Inoltre è possibile personalizzare e adattare il prodotto su contenitori termosaldati e preformati in Pet, PP, Pet/Pe.

Il patron di Bioplast confermato alla vicepresidenza di Confindustria Salerno

Gerardo Gambardella è stato confermato nel board di comando guidato dal nuovo presidente di Confindustria Salerno Andrea Prete.

Prete è stato proclamato durante la cerimonia d’insediamento lo scorso venerdì presso la sede degli industriali salernitani, alla presenza del presidente nazionale Vincenzo Boccia. Il numero uno di Bioplast ha ricevuto le deleghe di mandato per Cgs, Enel, Sviluppi, e Piccole e medie imprese.

«Esprimo i migliori auguri al presidente Prete – ha affermato Gambardella – e sono certo che saprà guidare in maniera eccellente l’associazione con grande abilità e determinazione per un percorso di cambiamento e di sensibilizzazione verso le Istituzioni sempre con l’intento di difendere le imprese e i loro progetti di sviluppo» conclude il presidente della Piccola Industria Salerno, Gerardo Gambardella.

Confindustria Salerno consegna il premio “Best Practices per l’innovazione” alla nuova pellicola digitalizzata

Arriva un nuovo premio per Bioplast per l’innovazione tecnologica sugli imballaggi flessibili. Confindustria Salerno ha assegnato all’azienda campana, nel corso della X edizione dell’Open Innovation,  il premio “Best Practices per l’Innovazione 2016” sezione web, dopo che il progetto “StelthCode” è stato attentamente valutato e votato da una giuria popolare che ha espresso le sue preferenze attraverso una pagina web dedicata al premio.

Il progetto, ormai in avanzata fase di sperimentazione con un noto brand del settore food, suscita curiosità e dunque tanta attenzione. La possibilità di linkare i consumatori direttamente al produttore attraverso una scansione con il proprio smartphone della confezione, crea nuovo valore per i brand owner. La fidelizzazione con i propri clienti e la possibilità di dialogare con loro informandoli e facendoli partecipare alla vita del prodotto che comprano, rafforza il rapporto tra venditore ed acquirente.

 

Scopri di più sul progetto e chiedi un incontro al team manager

“BestInFlexo”, l’Atif riconosce l’alta qualità di stampa di Bioplast

Arriva un nuovo riconoscimento per la “migliore stampa flessografica” a Bioplast. Il premio BestInFlexo, ideato e promosso da ATIF, anche quest’anno valorizza il lavoro di qualità ed innovazione di processo dei nostri impianti produttivi. Riguarda una pellicola per l’imballaggio flessibile che viene fuori dall’accoppiamento carta/film e garantisce un’alta attrazione dell’imballaggio per l’alta qualità di stampa e, al tempo stesso, la protezione del prodotto con una pellicola biodegradabile e compostabile.

“BestInFlexo”, “Miglior azienda innovatrice” (Confindustria), “Oscar dell’Imballaggio 2016” (Conai) sono una parte degli ultimi riconoscimenti che confermano l’impegno sulla ricerca e lo sviluppo di nuovi processi produttivi: innovativi ed ecosostenibili.

SIAL, presentata la nuova offerta di flexible packaging

Sempre un grande evento quello del Sial di Parigi. Il “Salone internazionale dell’Alimentazione” ha ospitato anche quest’anno migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo alla ricerca di nuovi prodotti, tecnologie ed esperienze per migliorare il nostro mondo alimentare. Un momento di straordinaria importanza utile per incontrare buyer e produttori.

Ma quest’anno per noi è stato un po’ speciale. Perché abbiamo presentato al mercato l’ampliamento della gamma prodotti. «Paper-look, cold seal, hot melt e paper with a log window» sono solo una parte dei nuovi film che proponiamo ai nostri clienti (food e non). L’innovazione di prodotto parte dalla ricerca sui consumatori, sempre più esigenti e selettivi. E dalla sostenibilità scelta per mission aziendale, con prodotti ecofriendly e dunque compostabili e biodegradabili.

sial-parigi-2016-bioplastEd ovviamente tutto ciòl va abbinato ad un’alta qualità di trasformazione e di stampa del film che ha un significato speciale per i marketing manager impegnati a presentare al meglio i loro prodotti sugli scaffali dei punti vendita.

«Siamo soddisfatti del grande entusiasmo riscontrato nella fiera parigina grazie alla nuova offerta produttiva Bioplast– fa sapere Marco Gambardella, senior account manager dell’azienda campana – tanti contatti e tante nuove opportunità di vendita in tutta Europa fanno del nostro film un sinonimo di garanzia ed affidabilità non solo sul mercato nazionale ma anche nella UE»

Tracciabilità, marketing e sicurezza: arriva il film digitalizzato

È stata anticipata al Cibustec, il “Salone delle tecnologie alimentari”, un’innovazione tecnologica digitale sugli imballaggi flessibili presentata da Bioplast, Sada Packaging e Cellografica Gerosa, e subito apprezzata dalla nuova generazione di consumatori, i cosiddetti prosumer, utenti sempre più attenti alle dinamiche che portano alla realizzazione dei prodotti che si vogliono acquistare. Il noto evento, che nel corso dell’ultima edizione ha visto l’affluenza di circa 35mila operatori, di cui il 40% provenienti dall’estero, è stata una vetrina importante per annunciare quello che sarà, nei prossimi mesi, il prodotto di punta della gamma Bioplast.

stealthcodeIn pratica, un team di ingegneri chimici ed informatici, hanno realizzato ciò che era un’esigenza di mercato, sia da parte del consumatore che delle imprese produttrici. Un nuovo modo di comunicare, di informarsi e tracciare il prodotto attraverso la “digitalizzazione” del film usato per proteggerlo. Il nuovo progetto prende il nome di StealthCode, letteralmente codice mimetizzato, nascosto all’occhio umano tra la grafica del packaging, e permette di inserire tante informazioni aggiuntive. Infatti, restano sul packaging tutte quelle obbligatorie per legge e utili al produttore ad identificarlo graficamente ma, per chi volesse, attraverso la scansione del packaging con la fotocamera del proprio smartphone attivata dall’app StealthCode, l’utente sarà indirizzato ad una landing page del brand owner. Tutto questo permetterà ai marketing manager di profilare sempre più, analizzare i consumatori, e migliorare anche i prodotti vista la possibilità di scambio immediata di informazioni e suggerimenti che si avrà con il consumatore. Ciò senza l’aggiunta di nessun tipo di vernice e/o inchiostro, e si potranno sostituire anche gli antiestetici e duplicabili codici a barre per la felicità degli uffici marketing che potranno godere di superfici più ampie sulle confezioni per i messaggi al cliente e gli elementi grafici, e per la sicurezza di consumatori e produttori, essendo lo StealthCode la tecnologia meno invasiva e più sicura per la promozione, comunicazione e tracciabilità dei prodotti. «È una tecnologia che molti vantaggi e la trovo molto importante per l’interazione della comunicazione attraverso il packaging fra brand owner, consumatore e GDO» afferma Marco Gambardella della Bioplast.

PMI DAY, 50 studenti del “Focaccia” scoprono i nostri film

Con la Settima Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese, che si è svolta  l’11 novembre 2016 nell’ambito della XV Settimana della Cultura d’Impresa, la Bioplast ha avuto un’altra occasione per aprire le porte dei propri stabilimenti produttivi ai giovani studenti salernitani.

«Sposiamo appieno l’obiettivo dell’iniziativa promossa da Confindustria – fa sapere Susy Gambardella, CFO Bioplast –  che è quello di far conoscere le realtà produttive, i loro valori e il loro essere parte integrante del contesto sociale ai giovani e alla collettività tutta».

Con questo intento la Bioplast ha ospitato 50 studenti del quinto anno dell’Itis “Focaccia” di Salerno. Una mattinata trascorsa tra la rappresentazione teorica di cos’è una idea imprenditoriale sino alla visione del processo produttivo, dall’ingresso delle materie prime sino al prodotto finito e immagazzinato, passando per la ricerca e la sperimentazione di nuovi imballaggi altamente tecnologici ed ecosostenibili.

Un’occasione per entrambi utile, da una parte si scopre il tessuto produttivo del territorio mentre dall’altra si ha l’opportunità per conoscere i diplomandi che si apprestano ad entrare nel mercato del lavoro. Dunque siamo felice, infine, di aver avuto l’opportunità di raccontare la storia, le conquiste e i progetti futuri dell’impresa nata da un sogno e vede, oggi, la seconda generazione solcare i confini nazionale facendo registrare un upgrade di ordini e soprattutto di fiducia da parte delle imprese non solo italiane ma anche estere.

 

Nello slide show alcuni momenti della visita degli studenti dell’Istituto Focaccia di Salerno all’interno del nostro stabilimento per la stampa flessografica e a rotocalco.