Bando Conai 2019 per la Prevenzione: Bioplast tra i vincitori

Il 14 Novembre sono stati annunciati i vincitori della sesta edizione del Bando per la Prevenzione promosso dal Consorzio Nazionale Imballaggi: Bioplast premiata per il packaging eco-sostenibile. 

Il Consorzio Nazionale Imballaggi ha premiato l’azienda salernitana Bioplast nell’ambito del Bando per la Prevenzione 2019. La manifestazione – giunta quest’anno alla VI edizione e organizzata con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente – mira a valorizzare le soluzioni packaging a ridotto impatto ambientale presenti sul mercato, facendone emergere il contenuto di innovazione rivolta all’ambiente. La proclamazione dei vincitori ha avuto luogo giovedì 14 Novembre negli spazi della Triennale di Milano alla presenza di autorità pubbliche, imprenditori e stakeholders del settore degli imballaggi.

A ritirare il premio, in rappresentanza della Bioplast, c’era Susy Gambardella (CFO Bioplast). “Oggi – ha dichiarato ricevendo il premio – è un giorno molto importante per tutta la Bioplast, dalla produzione al laboratorio di ricerca. Questo riconoscimento è una grande soddisfazione per tutti noi: credo che innovazione e sostenibilità ambientale sia il binomio sul quale puntare per costruire il futuro del packaging”.

Il Bando CONAI 2019 ha visto la partecipazione di 246 aziende. Il tema dell’edizione di quest’anno era “Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi”. I progetti presentati, pertanto, miravano al risparmio di materia prima, all’utilizzo di materiale riciclato e all’innovazione della logistica in un’ottica eco-sostenibile. Il Bando ha coinvolto tutte le sei filiere dei materiali di imballaggio del sistema consortile (quelle di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro) e, attraverso le candidature pervenute, ha dato un contributo concreto allo sviluppo dell’economia circolare nel nostro paese. Tutte le candidature, infatti, sono state analizzate attraverso uno strumento di Life Cycle Assessment semplificato, l’EcoTool CONAI, che ha permesso comparazione prima/dopo con particolare riferimento ad indicatori specifici quali GWP (global warming potential), GER (gross energy requirement) e “blue water” (componente dell’indicatore water footprint).

Bioplast ha sbaragliato la concorrenza presentando un’innovativa soluzione per la commercializzazione del caffè denominata “Ecotoolbox”L’azienda ha ripensato un imballaggio primario con caratteristiche di alta barriera sia all’ossigeno che al vapore acqueo per il caffè, passando da una configurazione di tipo triplex multi-materiale e con alluminio ad una configurazione triplex ma monomateriale e senza alluminio a base di polipropilene. L’alluminio è stato sostituito da uno strato di Bopp Coex Barriera Metallizzato. Questa sostituzione non è meramente funzionale ma implica una variazione nel percorso di fine vita del packaging. L’aspetto altamente innovativo e la sostenibilità di questo progetto sono stati premiati dalla giuria di esperti del CONAI.